Kippe - Uneven Bars

 

Premessa: Il Centro di Massa

 

Definiamo il Centro di Massa di un soggetto come il punto in cui si concentra tutta la massa del soggetto.

Durante il movimento della kippe, la posizione del CM esegue un movimento (traiettoria), che si può paragonare a quella di un pendolo. Dobbiamo comunque tenere in considerazione che il soggetto non rimane nella stessa posizione durante il movimento, e quindi è da considerare un “pendolo” di lunghezza variabile.

 

Analisi Biomeccanica:

 

Posizione iniziale (1):

Nella posizione iniziale, la ginnasta dovrà impugnare lo staggio (presa dorsale) con costante azione di spinta degli arti superiori e braccia tese.

 

Valori angoli:

testa-braccia: ≅50°

tronco-coscia: ≅120°

 

velocità iniziale CM: 0,87 m/s

 

Posizione sotto lo staggio (2):

In questa posizione la ginnasta manterrà un assetto allineato tra busto-braccia, tenendo in chiusura la posizione degli arti inferiori.

 

Valori angoli:

tronco-coscia: ≅120°

 

velocità CM: 3,58 m/s

 

Posizione massimo allungo (3):

Arrivati alla posizione di massimo allungo, la ginnasta dovrà mantenere un assetto il più lineare possibile, tenendo la posizione di spinta dello staggio degli arti superiori.

 

Valori angoli:

tronco-asse y: ≅64°

tronco-coscia: ≅180°

 

velocità CM: 2,08 m/s

 

Inversione pendolo CM (4):

A questo punto, dopo aver eseguito la posizione di massimo allungo, la velocità del CM tenderà a zero. Perciò durante le fasi successive, l’andamento del CM eseguirà un azione di pendolo diverso dal precedente: PENDOLO A  LUNGHEZZA VARIABILE.

 

velocità CM: 0,74 m/s

 

 

Posizione massima chiusura (5):

Mantenendo ferma la parte superiore del corpo (braccia, spalle e busto), si richiamano rapidamente gli arti inferiori verso lo staggio cambiando così l’angolo formato dagli arti inferiori col busto.

La velocità del CM arriverà alla sua massima velocità, questo perché oltre all’azione di accelerazione data dalla chiusura degli arti inferiori, sinergicamente sarà accompagnata dalla spinta delle braccia.

 

Valori angoli:

tronco-coscia: ≅84°

testa-braccia: ≅40°

 

velocità CM: 7,51m/s

 

Posizione di apertura (6):

Ora la ginnasta, avendo accumulato molta velocità (CM), dovrà rallentare il movimento eseguendo un’apertura dell’angolo del bacino, in modo da poter arrivare nella posizione finale in completa estensione e a velocità pari a 0.

 

Valori angoli:

tronco-coscia: ≅153°

testa-braccia: ≅101°

 

velocità: CM 2,95 m/s

 

Posizione finale (7):

Arrivati a questo punto, la ginnasta ruota l’impugnatura fino ad arrivare all’appoggio ritto frontale.

 

Valori angoli:

tronco-coscia: ≅170°

testa-braccia: ≅143°

 

velocità CM finale: 0 m/s